Apr 22 2013

Tango Podcast in Italiano – Numero 215 – Rioplatense

Posted at 7:30 am under Podcasts

FAITango ed Ernesto Valles presentano questo podcast con materiale a scopo didattico, e senza fini di lucro, per la diffusione della cultura del tango
In questa puntata mi aventuro in considerazioni sul essere rioplatense, come il tango.

Potete ascoltare i seguenti brani:

Las Cuarenta – Francis Andreu;
La Barra En Orsai – Manuel Picón;
La Fulana – Alberto Mastra;
Vieja Viola – Lágrima Ríos;
Con Permiso – Tita Merello;
Miriñaque – Cuarteto Ricacosa;
La Mariposa – Francis Andreu.

Cortina iniziale: Junto a Bach en Leipzig – Nestor Vaz Tango Trio.
Sottofondo: – Melodía Larga – Cuarteto Ricacosa

Durata: 31′:49″‘

2 responses so far

2 Responses to “Tango Podcast in Italiano – Numero 215 – Rioplatense”

  1. Roberto Cominion 22 Apr 2013 at 11:11 am 1

    Carissimo Ernesto, seguo il tuo tangopodcast da quando é stato creato. I complimenti, ormai, mi sembrano superflui.Ma ti vorrei chiedere una gigantesca cortesia: abito a Lecco e per i tangheri della zona é molto difficile rintracciare dei CD musicali (assolutamente solo tango) originali, a parte alcune raccolte commerciali in circolazione, ma se si cercano album particolari, ti scontri sempre con l’indifferenza e la poca voglia dei commercianti della zona (in verità pochi) a fare ricerche e richieste presso i loro fornitori. Alcuni amici che hanno la fortuna di recarsi a B.A. ti prestano i loro album da copiare, ma per un tanghero sempre alla ricerca di tutto ciò che é tango, la cosa é come una goccia nel mare. Sapresti indicarmi qualche negozio, sito, ecc. che possa calmare la mia fame di conoscere, oltre a Te natiralmente, e mi aiuti a creare il mio piccolo tesoro TANGHERO. Grazie di avermi letto, continua sempre cosi, se non trovo tangopodcast al lunedi è una settimana tragica. Ciao e grazie

  2. Ernestoon 22 Apr 2013 at 11:31 am 2

    Ciao Roberto,

    lo so che è difficile trovare dei negozianti disposti ad assortirsi con una buona selezione di tango, è non li si può neanche biasimare visto e considerando che i dischi che si vendono sono troppo pochi.
    Di negozi in Italia non ho conoscenza. Io personalmente compravo da Zivals, uno dei più grandi di Baires, ma da quando l’impiegata (Silvina) è andata via hanno chiuso la vendita online. I prezzi erano buoni e generalmente in due settimane i cd arrivavano. Ho provato con Buenos Aires Tango Club (http://www.buenosairestangoclub.com), loro hanno un assortimento enorme! Ma, hanno due controindicazioni, una è la lentezza dell’invio, a volte impiegano mesi per arrivare. L’altra è che spesso quello che ti mandano sono delle copie di album (o forse file) in loro possesso, per cui è come comprare dischi pirata. Detto ciò comunque è una buona soluzione, perchè il materiale copiato e materiale che normalmente è fuori catalogo. I prezzi sono ragionevoli.

    Personalmente compro molta robba su Amazon, nel market place.. fai una ricerca e poi vedi dove dice “Nuovi e usati” , lì i prezzi sono molto favorevoli, io scelgo sempre “Nagiry” come venditore, in una settimana mi arrivano per posta. Davvero un bel servizio.

    Se i soldi non sono un problema, ma anche solo per consultare discografie, prova da Gerhard Gehberger, ha una vasta scelta, ma i prezzi sono (per me) eccessivi. Lì trovi le edizioni “originali” giapponese, ad esempio Akihito Baba, ma anche Buenos Aires Tango Club rivende copie di quei dischi … o almeno cosi ho letto …

    Poi rimane l’andare a Buenos Aires … lì si è il bengondi! Ci sono discherie come Zivals dove c’è molta robba o la discheria (di cui non ricordo il nome) sotto il BATC a Lavalle.
    Un’altra possibilità è comprare, se vai a Baires, su Mercado Libre (Ebay), ho comprato un bel pò di dischi a prezzi fantastici (€ 1 – € 1.50) ma richiede tempo e dimestichezza con l’idioma.

    Un altra cosa che facevo era comprare online su Zivals e dopo aver pagato chiedevo ad amici di passare a ritirarli, risparmiando sia sul prezzo online che sulla spedizione.

    Stai attento se compri fuori CEE, non comprare mai piu di 4/5 cd alla volta, altrimenti ti può capitare di dover pagare dazi e IVA.

    Saluti!

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply