Apr 27 2009

TANGO PODCAST IN ITALIANO – Numero 22 – Osvaldo Pugliese

Posted at 7:54 am under Podcasts

Podcast con materiale a scopo didattico, e senza fini di lucro, per la diffusione della cultura del tango

In questo numero parliamo di Osvaldo Pugliese, un pianista, compositore, arrangiatore, direttore d’orquestra che capì come pochi i rapporti profondi tra l’uomo della città e la su musica.

Potete ascoltare i seguenti brani:

Orlando Goñi – Osvaldo Pugliese y su Orquesta;
Farol – Osvaldo Pugliese y su Orquesta canta Roberto Chanel;
Recuerdo – Osvaldo Pugliese y su Orquesta;
La Yumba – Osvaldo Pugliese y su Orquesta;
Amurado  – Osvaldo Pugliese y su Orquesta;
Desde El Alma – Osvaldo Pugliese y su Orquesta;
El Rodeo – Osvaldo Pugliese y su Orquesta;
La BebaOsvaldo Pugliese y su Orquesta;
Cortina iniziale: Junto a Bach en Leipzig – Nestor Vaz Tango Trio;
Sottofondo: Viejo Rincon – Roberto Grela.

 

Scarica il podcast con tasto destro poi salva collegamento come (save link as): SCARICA
Durata: 30′ 36”

Bibliografia:
El Libro del Tango – Cronica & Diccionario – 1850 – 1977 – Horacio Ferrer – Editorial Calerna

3 responses so far

3 Responses to “TANGO PODCAST IN ITALIANO – Numero 22 – Osvaldo Pugliese”

  1. Raffaeleon 25 Oct 2014 at 10:03 am 1

    Come si puo’ non spendere due parole su Pugliese, anche solo due… Sicuramente tra i personaggi piu’ di spicco nel mondo del Tango. La sua vita movimentata, il grande interprete, musicista, compositore, ma secondo me, forse tra i più bravi arrangiatori. Se ci fosse stato più spazio nei brani inseriti nel podcast, sono sicuro che non sarebbe mancata anche la sua versione de ” La Rayuela “.

  2. Ernesto Valleson 25 Oct 2014 at 10:29 am 2

    … ho dedicato tre puntate al maestro Osvaldo Pugliese e, salvo errori e omissioni, mi sono riferito lui in altre opportunità. Comunque è già in “programma” dedicare un’altra puntata a lui nell’ambito dell’evoluzione dell’evoluzione strumentale del Tango.

    Grazie comunque per il tuo commento

  3. Raffaeleon 27 Oct 2014 at 5:06 pm 3

    Si, Ernesto, lo immaginavo… ma ho scoperto e iniziato a seguire il podcast da poco e sono partito dalla prima puntata, per non bruciarmi le tappe. Grazie per il grande lavoro.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply