Aug 30 2010

Tango Podcast in Italiano – Numero 92 – I dischi e la diffusione mondiale del tango

Posted at 12:02 pm under Podcasts

Podcast con materiale a scopo didattico, e senza fini di lucro, per la diffusione della cultura del tango

In questa puntata parliamo di quando il tango inizio ad essere conosciuto in Europa ed il resto del mondo.

 

Potete ascoltare i seguenti brani:

Derecho Viejo – Julio De Caro;
Victorioso – Polly Ferman;
Humillacion – Rodolfo Biagi;
Fueye Querido – Juan D’Arienzo;
Sabado Ingles – Roberto Firpo;
Che Papusa Oi – Juan “Pacho” Maglio;
Milonguera – Carlos Gardel.

Cortina iniziale: Junto a Bach en Leipzig – Nestor Vaz Tango Trio.
Sottofondo: El Andariego – Cuarteto La Pua.

Tango Podcast In Italiano numero 92 ascoltalo online

Scarica il podcast con tasto destro poi salva collegamento come (save link as): SCARICA

Durata: 30′ 50 “

6 responses so far

6 Responses to “Tango Podcast in Italiano – Numero 92 – I dischi e la diffusione mondiale del tango”

  1. alfio mancinion 31 Aug 2010 at 11:49 am 1

    Carissimo Ernesto
    non puoi avere idea quanto sia prezioso il tuo eccellente lavoro e quanto sta diffondendo la cultura del tango, almeno nelle nostre Marche, dove si balla molto ma si discute anche moltissimo di tango e del tuo podcast in particolare. Non so se quanto ti scrivo possa servire a farti cambiare idea di abbandonare il podcast, ma ti assicuro che sarebbe una perdita molto grave per me personalmente ( che ti ascolto e ti ammiro moltissimo) ma anche per tutti quelli che amano davvero il tango ed apprezzano il tuo prezioso contributo.

  2. Liaon 05 Sep 2010 at 11:06 am 2

    Buongiorno,
    ho scoperto Tango Podcast da poche settimane e mi piace molto. Purtroppo lo posso ascoltare raramente: solo nel fine settimana quando sono a casa. Ballo tango da alcuni anni, ma le mie conoscenze musicali sono molto ristrette. Vi ascolto perché spero di poterLe ampliare anche grazie a Voi.

    Lo ascolto da poco e già sento che volete interromperlo: mi spiace molto! Le motivazioni che portate sono assolutamente comprensibili e, forse, al Vostro posto, direi e farei lo stesso: è frustrante darsi tanto da fare e ricevere in cambio un muro di silenzio. Per quello che può servire, quindi, Vi spedisco questo mio commento e i miei davvero sinceri apprezzamenti. Mi scuso se non sono in grado di fare un intervento da musicofila e non so dare contributi in tal senso, ma ho sentito poche trasmissioni e, ahimé, le mie conoscenze musicali limitate non me lo consentono. Non sono solita inviare commenti, partecipare a forum, chat ecc. ecc., ma in questo però ho fatto un’eccezione pensando che potesse farVi piacere, che fosse giusto ringraziarVi e che – magari – ci poteste ripensare….. Aggiungo inoltre che conosco diverse persone che ascoltano e gradiscono davvero molto Tango Podcast e, se non scrivono, forse è solo per pigrizia ma non per indifferenza, noia o irriconoscenza. Chissà che si facciano vivi in tanti:-)

    Vi ringrazio per l’attenzione. Con i più cordiali saluti

    Lia

  3. Clariceon 07 Sep 2010 at 9:08 am 3

    Ciao Ernesto, ho sentito solo ieri questa tua puntata e sono rimasta molto male che tu voglia smettere di pubblicare le puntate di tango.
    Ho capito il tuo sfogo e capisco che tu abbia bisogno di un riconoscimento e di apprezzamenti da parte di chi scarica il pdcast.
    Io ho tutte le puntate e sebbene ti abbia scritto solo una volta apprezzo molto il tuo lavoro e le tue idee e mi dispiacerebbe che questo appuntamento settimanale debba finire.
    Mi piacerebbe tu continuassi a raccontarci storie di tango e a farci sentire questa bellissima musica.
    Qualche suggerimento ? Parlaci ancora di vals e di milonga.
    Mi raccomando non smettere. Perchè quello che fai è molto bello e la prova è che tante persone scaricano il tuo lavoro.
    Ti saluto.
    Clarice

  4. Clariceon 09 Sep 2010 at 12:29 am 4

    Ciao Ernesto, ho sentito solo recentemente questa tua puntata e mi è dispiaciuto molto sentire che non vuoi più continuare con il podcast.
    No, non ti fermare, continua.
    Mi rendo conto che non aver nessun conforto da parte nostra che ti ascoltiamo sempre volentieri non è molto piacevole, d’altra parte sapere che tantissime persone ogni settimana scaricano il tuo podcast è già di per se una soddisfazione.
    Io non mi sono persa una puntata.
    Mi piacerebbe tu ci parlassi ancora di vals e di milonga e di qualsiasi altro argomento su questa bellissima musica e su questo bellissimo ballo.
    Continua ancora perchè quello che fai è bello e interessante.
    Grazie
    Clarice

  5. Francescoon 17 Sep 2010 at 4:23 pm 5

    Caro Ernesto,

    No, non farlo! Non ti fermare!! Ti prego! 🙂
    Vi ascolto dall’estate 2009 e da allora ogni settimana scarico il podcast.
    Sento e risento sempre volentieri le vostre puntate. Sono fondamentali per iniziare bene la settimana…
    Ad esempio penso che, senza il vostro faticoso (e gratuito!) impegno, per anni mi sarei perso la splendida voce di Malena Muyala, oltre che le innumerevoli storie e curiosità riguardo la vite di compositori, musicisti, cantanti… la storia del tango insomma. Quante saranno questi aneddoti? Tanti quanti i tanghi scritti forse? 🙂 Ad ogni modo, scommetto che ne hai ancora molti nel cantiere da raccontarci. Quindi, anche se ora forse diventa più difficile, anche se noi dall’altra parte del monitor siamo forse intimoriti, o pigri, o addirittura (boh! speriamo di no) stiamo diventando forse tutti ciechi… ti prego, tu tieni duro, fai in modo che non perdiamo anche l’udito, continua a parlarci del tango
    uruguaiano-argentino :-), e con questo a farci sognare, mentre noi siamo su un treno o alla fermata di un autobus che tarda, o in cucina davanti a due uova strapazzate e una birra.

    Un abbraccio,
    Francesco

  6. La Tanitaon 22 Sep 2010 at 12:28 pm 6

    Ma sì!Finalmente su internet c’è una persona davvero competente che ci permette di approfondire la passione per il tango!Non smettere!

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply