TANGO PODCAST IN ITALIANO
Un podcast sul tango i suoi musicisti, cantanti e poeti
TANGO PODCAST IN ITALIANO
Un podcast sulla storia del tango
TANGO PODCAST IN ITALIANO
Un podcast sul tango e il suo mondo

Tango Podcast in Italiano – Numero 234 – Piazzolla e il jazz

FAITango ed Ernesto Valles presentano questo podcast con materiale a scopo didattico, e senza fini di lucro, per la diffusione della cultura del tango
Questa settimana dedichiamo la puntata ad Astor Piazzolla e le sue influenze, tra le quali c’è anche il jazz.

Potete ascoltare i seguenti brani:

Alguien Le Dice Al Tango – Astor Piazzolla canta Jairo;
Decarisimo – Astor Piazzolla;
Vida Mia – Osvaldo Fresedo con Dizzy Gillespie;
El Entrerriano – Astor Piazzolla;
Milonga Del Angel – Astor Piazzolla;
Vardarito – Astor Piazzolla;
Tanguisimo – Astor Piazzolla.

Cortina iniziale: Junto a Bach en Leipzig – Nestor Vaz Tango Trio.
Sottofondo: – Te Vas Milonga – Cuarteto Ricacosa.

Bibliografia – Tango – Robert Farris Thompson.
Durata: 31′:41″

Podcast pubblicato con il supporto di FAITANGO

AUTORIZZAZIONE SIAE: 3117/I/3001

contatti:

evg@tangopodcast.net
comunicazione@faitango.it

Prossimi Eventi

1 thought on “Tango Podcast in Italiano – Numero 234 – Piazzolla e il jazz”

  1. Gentile Ernesto Valles,
    ho ascoltato tutte le puntate di TangoPodcast, fin dalla prima, ma con un po’ di ritardo perché mi sono avvicinato al tango solo da un paio d’anni e non conoscevo la sua trasmissione. In diverse puntate l’ho sentito amareggiato per il mancato riscontro del pubblico; ecco, Le volevo solo dire di perseverare sempre, perché il materiale che Lei mette a nostra disposizione (cioè del pubblico) non è facile da reperire, e poi per chi come me ha voglia di essere stuzzicato da chi ne sa di più (come Lei!) per approfondire un tema, le Sue puntate offrono diversi spunti da cui partire per un viaggio ogni volta nuovo nel mondo del tango. Non demorda mai, nonostante le apparenze demotivanti, perché tra i pochi o tanti che La ascoltano ci sarà sempre qualcuno che, forse con un po’ di ritardo come me, arriverà a sentirLa e troverà il Suo lavoro utile e stimolante.
    La ringrazio per quello che fa e Le auguro un buon lavoro.
    Alessandro

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.